Quanti anni vuoi avere?

Ci sono delle cose che agli orientali riescono meglio.
Prendersi cura di sé in modo naturale, ad esempio.

Nelle loro discipline nate migliaia di anni fa, corpo, mente e anima vengono trattate insieme.
Il loro approccio è olistico, ovvero totale, e comprende tutti gli aspetti della persona nel loro insieme. Per un orientale è inconcepibile pensare di trattare solo il fisico o solo la mente, come fossero parti separate, come molti di noi credono accada durante un massaggio o una sessione di psicoterapia.
Questa è una delle cose affascinanti che ho imparato durante la scuola triennale di Shiatsu.

Mi piace curarmi in modo naturale il più possibile e sapere come “funzioniamo”, come tutto è sorprendentemente connesso nel nostro organismo, mi permette di prendermi cura di me ogni giorno in questo modo.
Se hai visto le mappe dei meridiani energetici, hai potuto scoprire il meraviglioso intrico di energia che percorre il nostro corpo.
Sono quelle che vengono usate anche in agopuntura.
I meridiani sono come dei canali, una rete autostradale corporea in cui l’energia scorre arrivando a nutrire i nostri organi.

Tutto è meravigliosamente in equilibrio grazie allo scorrere dell’energia in noi e fuori di noi, perché questa energia è la stessa di cui è fatto l’Universo.

Quando l’energia scorre bene c’è equilibrio e stiamo bene.
Quando avvertiamo qualche sintomo il nostro organismo ci sta segnalando che c’è uno squilibrio.

E quindi cosa possiamo fare noi stesse ogni giorno per mantenere l’equilibrio energetico nel nostro organismo?
Sottoporsi a un trattamento shiatsu è una bellissima esperienza che arriva a toccare le emozioni, ma non sempre abbiamo l’occasione di usufruirne.

Ti suggerisco due esercizi che non richiedono particolare impegno ma possono darti degli ottimi risultati se praticati con costanza.

Il primo esercizio è molto semplice e consiste nel cominciare la tue giornate con degli esercizi di stretching per la colonna vertebrale.

Immagina di essere un gatto e, ancora prima di alzarti da letto, stirati e allungati con dolcezza in modo da risvegliare l’organismo, ammorbidire i muscoli e mantenere l’elasticità della schiena.
In particolare, mettiti carponi e, da quella posizione, allungati all’indietro fino a sederti sui talloni; poi, sempre dalla medesima posizione, muovi il fondoschiena immaginando di disegnare in aria dei cerchi e infine prova a disegnare il numero 8.
Fare gli esercizi di movimento nella posizione carponi (ovvero a quattro zampe) ti permette di lavorare in “scarico”, senza quindi fare pressione sui dischi vertebrali.

Secondo gli orientali, la nostra età non è quella anagrafica, ma dipende dall’elasticità della colonna vertebrale.

Il primo esercizio ti permette proprio di mantenere la colonna vertebrale elastica.
Io lo faccio regolarmente tutte le mattina prima di alzarmi e non ho più avuto problemi di male alla schiena, e tieni conto che ho un’ernia del disco e un paio di protusioni!

Il secondo esercizio, anche questo molto semplice, è massaggiarti la pianta dei piedi con una pallina da tennis.
C’è una disciplina che lavora proprio sui piedi ed è la riflessologia plantare. Anche se non conosci la posizione specifica dei punti sulle piante dei piedi, massaggiandole riuscirai a stimolarli ottenendo dei benefici.
Procurati una pallina da tennis e salici sopra con un piede, lascia che la pallina rotoli su tutta la pianta del piede e poi passa all’altro.

P.S.
p.s. ultimi due giorni per usufruire dello sconto di 50 euro su Powerful Life!, l’offerta scade giovedì 15 novembre, poi passa a prezzo pieno!
P.SS.
su Powerful Life!
c’è tutta una sezione dedicata allo Zen Yoga!

pubblicato il 13/11/2018

©2018 Bianca Adriano - PIVA: 11362000017 - Privacy, cookie, GDPR etc.